Max Campagnani

max campagnaniCompie i propri studi presso il C.S.Danza diretto da Lilia Bertelli e Cristina Bozzolini. Si perfeziona con Victor Litvinov e Alla Osipenko.

Dal 1991 al 2001 Danza per l’AterBalletto , il Balletto di Napoli e l’Arena di Verona diretto da A. Amodio, L. Cannito, J. L. Sphinx, C. Fracci, R. North ricoprendo ruoli da solista in produzioni classiche e contemporanee.

Nel 1995 sostenuto da musicisti e danzatori inizia il personale percorso creativo realizzando in qualità di danzatore coreografo e regista il cortometraggio “La stanza 303” (prima proiezione al Coreografo Elettronico di Napoli).

Nel 1997, prodotto da DIVA digital video art, realizza il cortometraggio “Scie” su musica originale di Marco Schiavoni (prima proiezione al concorso Riccione TTV).

Nel 1999/2000 crea il balletto “No code” per lo storico Balletto di Toscana (prima rappresentazione ad Abano Terme).

Nel 2001, prodotto da MIASA, realizza il cortometraggio “KiedoKado” (prima proiezione San Giò Festival di Verona).

Nel 2002 è coreografo e danzatore nello spettacolo “MdiIMMenso” per la regia di N.Cannatà (prima rappresentazione a Fabbrica Europa-Firenze).

Nel 2003, prodotto da L’Atelièr, realizza il lungometraggio “AMOARIA” su colonna sonora originale di Marco Schiavoni.

Nel 2005 realizza per 25 giovani danzatori di PugliaDanza il balletto “Lost Frog” (prima rappresentazione a Bari).

Nel 2006, in collaborazione con S. Taylor e C. Misculin, realizza lo spettacolo teatrale “DiverCity@040”, progetto sociale per 9 danzatori professionisti (Arena di Verona, Opera di Roma, Verdi di Trieste, Nuovo di Torino) e 9 mattAttori (Accademia della Follia) dell’ex manicomio di Trieste (prima rappresentazione a Trieste).

Nel 2006/2007 è coreografo e danzatore per l’Accademia della Follia nello spettacolo “Il Dottor Semmelweis” diretto da C. Misculin (prima rappresentazione a Rio Tercero-Cordoba-Argentina).

Nel 2010 crea per Caterina Genta il solo “L’Acre Azione” per lo spettacolo Sette Coreografi per il Balletto di Spoleto (prima rappresentazione a Roma).

Nel 2011 realizza il passo a due “Lacrima Gotica” per Letizia Giuliani e Alessandro Riga (Gala a Perugia).

Nel 2013, in qualità di regista e coreografo, crea per il Balletto di Sardegna lo spettacolo teatrale “The Box-scacco matto alla certezza in 5 quadri” (prima rappresentazione a Pisa).

Nel 2014 /2015, per la Giornata Internazionale della Danza (Reggio Emilia )  presso la Fonderia 39 , realizza il duo “BACI di DAMA” su musica originale di Diego Morga.
Dal 2015 è Dir. Generale del Sardinia Dance Summer.

Dal 2001 tiene laboratori coreografici proponendo un particolare metodo di lavoro “LINK2 Corpo Mente Tempo Spazio”.

Viene regolarmente invitato come docente e membro di giuria in prestigiosi stage e concorsi.

I suoi cortometraggi sono stati trasmessi nei più importanti festival internazionali (Francoforte, Amsterdam, Oslo, Buenos Aires, Toronto, Los Angeles, Tokyo…).

Con il cortometraggio “Scie” vince il Riccione T.T.V. Video Festival (1999), il CortoCircuito A.I.A.C.E. di Napoli come migliore cortometraggio italiano (2000)  e il N.I.C.E. Film Festival di New York e San Francisco (2000).