FABRIZIO BETTI

CLASSICO
Avanzato
DAL 22 AL 27 LUGLIO 2019

 

fabrizio betti nuova card

Fabrizio Betti, nato a Pistoia il 4 maggio 1969, inizia il suo percorso coreutico all’età di dodici anni nella scuola del maestro Loris Gai sotto la guida attenta dei maestri Ugo Cozzi, Isabella Pampaloni.

A quattordici anni vince la borsa di studio presso la scuola dell’Accademia Teatro alla Scala di Milano dove riesce a distinguersi brillantemente e viene notato dal regista Beppe Menegatti che lo invita a partecipare ad alcuni suoi lavori teatrali, valorizzandone il talento, come nel ruolo del giovane Mozart a fianco del prestigioso danzatore Gheorghe Iancu.

Appena compiuti i diciotto anni il direttore Heinz Spoerli del Basler Ballet svizzero, gli offre un contratto da solista nella sua compagnia. Qui danza in numerosi balletti del repertorio classico come “Il lago dei cigni”, La fille mal gardé, “Agon”, “Prelude”, ma ottiene il massimo successo personale nella creazione del ruolo dell’adolescente timido in “La Belle Vie”, al fianco della prima ballerina etoile Schona Mirk della compagnia di Maurice Bejart.

A diciannove anni inizia la sua esperienza negli Stati Uniti, prima con il Miami City Ballet sotto la direzione attenta di Edward Villella e successivamente con il Cincinnati Ballet con la direzione di Richard Collins, Ivan Nagy. Qui interpreta ruoli come solista e primo ballerino in tutto il repertorio del coreografo George Balanchine, da “Simphonie in C”, “Jewels”, “Tchaikovsky pas de deux”, “La Source”, “Bugaku”, “Scotch Symphony”, “Square dance”, “La Bisbetica Domata” di John Cranko, “Continuo” di Antony Tudor, “Lo Schiaccianoci” di Ben Stevenson.

Dopo alcuni anni ritorna in Europa e si unisce alla Deutsche Oper am Rhein di Düsseldorf. In questa compagnia danza il repertorio neoclassico di Hans Van Manen, William ForsytheMaurice Bejart, Heinz Spoerli che crea per lui il balletto “Blue Light”.
Due anni dopo ritorna in Italia ed entra a far parte dell’Aterballetto, sotto la direzione di Amedeo Amodio. Qui, favorito dalla sua grande esperienza internazionale, danza in modo superbo, “The River” del coreografo americano Alvin Ailey, Tchaikovsky pas de deux di G. Balanchine, “Ricercare a nove movimenti”, “Romeo e Giulietta” e “Sogno di una notte di mezza estate“ di Amedeo Amodio.
Attualmente collabora alla direzione artistica della nuova scuola Carolina Basagni Centro Danza ad Arezzo che a fondato nel 2014 con la moglie Carolina Basagni (prima ballerina etoile in diversi teatri internazionali). Grazie alla loro vasta esperienza, hanno avviato numerosi allievi alla professione:

– 1998 Laura Valenti
Allieva dell’Accademia scuola di ballo e danzatrice al Teatro alla Scala di Milano

– 2012 Bianca Maria Martinelli
Ammissione alla facoltà coreutica all’Accademia Nazionale di Danza di Roma

– 2014 Gianmarco Beoni
Danzatore al Balletto del Teatro Nazionale Croato di Zagabria

– 2016 Lorenzo Misuri
Danzatore diplomato all’Accademia di ballo Teatro alla Scala di Milano e successivamente al  Ballet de Catalunya in Spagna

– 2017 Gioele Del Santo
Danzatore ad Atlantic City Ballet in New Jersey, USA

– 2017 Paolo Ciofini
Danzatore ad Atlantic City Ballet in New Jersey, USA e successivamente al Balletto del Sud in Italia

– 2018 Rachele Rossi
Danzatrice al Ballet Theatre UK in Inghilterra

– 2018 Martina Tizzi
Danzatrice ad Atlantic City Ballet in New Jersey, USA
 

1984 – 1987
MILANO
ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
vincitore borsa di studio dipartimento danza

1986
SIROLO
RASSEGNA TEATRO “ALLE CAVE”
come danzatore solista/attore:
“Mozart”, coreografia di Loris Gai
e regia di Beppe Menegatti
con Gheorghe Iancu, Aurora Benelli, Loris Gai e l’attore Paolo Graziosi

1987 – 1988
SVIZZERA
BASEL BALLET
come solista e primo ballerino:
“Agon” coreografia di G. Balanchine
“Il lago dei cigni” coreografia di H. Spoerli
“La belle vie” coreografia di H. Spoerli con Shona Mirk, Chris Jensen, Victoria Mazzarelli
“Prelude” coreografia di H. Spoerli con Oliver Wehe, Chris Jensen, Johannes Ohman

1988 – 1990
MIAMI – USA
MIAMI CITY BALLET
come solista e primo ballerino:
“Tchaikovsky Pas de Deux” coreografia di G. Balanchine con Maribel Modrono
“La Source” coreografia di G. Balanchine
“Bugaku” coreografia di G. Balanchine
“Square Dance” coreografia di G. Balanchine
“Jewels – Rubies” coreografia di G. Balanchine
“Simphonie in C” coreografia di G. Balanchine
“Donizetti variations” coreografia di G. Balanchine
“Scotch Symphony” coreografia di G. Balanchine
“Festival Pas de Deux and Divertissement” coreografia di Edward Villella con Ileana Lopez, Sergio Neglia
“Who Cares” coreografia di G. Balanchine
“Sylvia Pas de Deux” coreografia di G. Balanchine con Iliana Lopez
“Continuo” coreografia di A. Tudor
“Prokofiev movements for Piano and Orchestra” coreografia di J. Gamonet De Los Heros con Marcia Sussman, Ileana Lopez

1990 – 1991
CINCINNATI – USA
CINCINNATI BALLET
come solista e primo ballerino:
“La Bisbetica Domata” coreografia di J. Cranko con Marcello Angelini, Daniela Buson
“Lo Schiaccianoci” coreografia di B. Stevenson

1991 – 1992
DÜSSELDORF
DE OPER AM RHEIN
come solista e primo ballerino:
“Squares” coreografia di H. Van Manen
“5 Tango’s” coreografia di H. Van Manen
“La fille mal gardée” coreografia di H. Spoerli con Dmitrij Simkin
“Blu Light” coreografia di H. Spoerli con S. Delasalle
“In the Middle, Somewhat Elevated” coreograia di William Forsythe
“Swan_Lake” coreografia di H. Spoerli
“Die Josephslegende” coreografia di H. Spoerli
“Swan Lake” coreografia di H. Spoerli

1992 – 1994
REGGIO EMILIA
TEATRO ROMOLO VALLI
COMPAGNIA ATERBALLETTO
“Lo schiaccianoci”coreografia di A. Amodio
“Ricercare” coreografia di A. Amodio
“Romeo e Giulietta” coreografia di A. Amodio con V. Derevianko
“Sogno di una notte di mezza estate coreografia di A. Amodio
“La chambre” coreografia di R. Petit in alternanza con A. Ferri
“Night creatures” coreografia di A. Ailey
“The river” coreografia di A. Ailey

1992
ESSEN
AALTO OPERNHAUS ESSEN
come primo ballerino ospite
“Gala Deutscher Tanzpreis” con Jose de Udaeta, Simona Noja, Marcia Haydee, Richard Cragun

1998
AREZZO
TEATRO PETRARCA
come primo ballerino ospite
“Premio Minerva d’oro” presentato da C. Conti

2004
AREZZO
TEATRO PETRARCA
ospite nel Galà in omaggio a Carolina Basagni
come primi ballerino
“Omaggio a Carolina Basagni”presentato dal prof. Alberto Testa


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/mhd-01/www.sardiniadancesummer.com/htdocs/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 399