FEDERICO BETTI

LABORATORIO NEOCLASSICO
Avanzato
DAL 15 AL 27 LUGLIO 2019

 

fede betti nuova card

Federico Betti, nato a Cremona il 22 ottobre 1963, inizia a studiare danza a Pistoia all’età di 10 anni con il maestro Loris Gai e a 12 vince la borsa di studio per l’Accademia del Teatro alla Scala di Milano.

Nel 1983 si diploma a pieni voti sotto la direzione artistica della maestra Anna Maria Prina e subito viene invitato a far parte del corpo di ballo della compagnia del Teatro Alla Scala.

Nel 1984 è ingaggiato dalla compagnia di danza Aterballetto diretta da Amedeo Amodio e nominato primo ballerino nel 1989.

Danza con étoiles internazionali quali Elisabetta Terabust, Alessandra Ferri e Monique Loudiers nelle produzioni di Romeo e Giulietta, L’apre-midi d’un faune e Coppelia firmate dallo stesso Amodio.

Ha lavorato con i coreografi Glen Tetley, Alvin Ailey, William Forsythe, Uwe Shultz, Jiri Kylian, Hans Van Manen e Mauro Bigonzetti sempre in ruoli principali danzando anche numerosi balletti di George Balanchine e partecipando a tutte le tourneés in vari paesi del mondo.

Nell’ estate del 1996 danza insieme al collega e caro amico scomparso Pierfrancesco Rulli in varie produzioni artistiche a Roma.

Successivamente viene ingaggiato dal Balletto di Roma, diretto da Walter Zappolini, nel ruolo principale in “Cassandra” di Luciano Cannito.

Nel 1997 é nel cast della produzione “La bella e la Bestia”, musical con coreografie di Luciano Cannito, con interpreti André De La Roche, Antonella Elia, Gianni Nazzaro.

Nello stesso anno entra a far parte della compagnia di Trieste al Teatro Verdi in ruoli solistici e principali con coreografie di Tuccio Rigano, Giuseppe della Monica, Luciano Cannito, Riccardo Nunez e Gino Landi.

Inoltre, in tutto l’anno 2000 è nel cast di Francesco il Musical con coreografie di Fabrizio Angelini interpretato da Antonello Angiolillo.

Nel 2008 viene chiamato come primo ballerino nella produzione del balletto “La Vedova Allegra” con coreografia e regia del maestro Sergie Manguette al Teatro di Lione in Francia.

Nel 2010 gli viene consegnato un riconoscimento alla Carriera nel Loano Dance Festival con direzione artistica di Gino Labate e da quel momento abbandona le scene e si dedica all’insegnamento come freelance in varie scuole italiane.

Nel 2015 al galà “Una Danza per Pavarotti”, evento organizzato da Parma OperArt, insieme al Comune di Busseto e Associazione Romagna Danza, al Teatro Verdi di Busseto con Regia di Arturo Cannistrà (Fondazione Nazionale Danza) riceve il premio alla Carriera.

Dal 2018 è direttore artistico del “Sardinia Dance Summer” un evento artistico formativo prodotto e creato dal regista/coreografo Max Campagnani.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/mhd-01/www.sardiniadancesummer.com/htdocs/wp-includes/class-wp-comment-query.php on line 399